Spedizione in tutta Italia, gratis per ordini superiori a € 79

Le Grand G 2018

Le Grand G 2018

Vinificazione in anfore

Biologico

Biodinamico – Demeter

Artigiano Vignaiolo: Henry Duporge

Vino Naturale

Senza Solfiti aggiunti

Composto da: 75% merlot 3% carmenere 5% malbec 17% cabernet sauv, semplicità e complessità, assemblaggio di affinamento in acciaio inox, in botte e anfora

Château le Geai, Bordeaux (Francia)

16,00

VinoGrand G – Château Le Geai 2018
DenominazioneBordeaux Supérieur
Annata2018
TipologiaRosso
Vitigni75% Merlot; 17% Cabernet Sauvignon; 5% Malbec; 3% Carmenère 
TerrenoArgilloso – sabbioso con ferro
Alcool13,5%
VinificazioneBotti inox, poi anfore in terracotta, infine in botti di rovere.
SolfitiContiene solfiti in quantità limitata
Formato0,75 L
Consumo ideale2021-2030
Temperatura di servizio18 °C
DecantareDi preferenza da 30 min ad 1 ora prima di berlo
Giudizio AlPassoFood8/10
AbbinamentiCarni rosse (manzo e vitello), selvaggina (cervo e capriolo), pollame, ma anche piatti in salsa. 

 

NOTE DI DEGUSTAZIONE

È un assemblaggio (blend) di più cépages: Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Malbec e Carménère.

Un Bordeaux “naturale” che presenta aromi di ribes nero e ribes rosso con note floreali ed agrumate. Al palato si sentono frutti di bosco e ribes rosso, terra e sapori minerali.

Un vero vino del “terroir” che ha bisogno di tempo per aprirsi.

 

PERCHÉ CI PIACE

È un assemblaggio ben riuscito, un Bordeaux “naturale”, armoniosamente fruttato, con note agrumate e frutti di bosco.  Una piacevole esperienza. Un buon Bordeaux Supérieur che tuttavia rimane abbordabile, ha infatti un ottimo rapporto qualità/prezzo.

È un vino naturale, affinato in anfore di terra cotta e in botti di rovere. E’certificato demeter, da vitigni coltivati senza prodotti chimici, in maniera naturale. 

Si accompagna bene con carni e in salse, ma anche con i formaggi.

 

ABBINAMENTI

Carni rosse, manzo e vitello, ma anche agnello, cinghiale, cervo, capriolo, stufati sostanziosi: pollo al vino, fonduta bourguignone, coniglio alla cacciatora o arrosto, tacchino arrosto, ma anche funghi porcini, lasagne o spaghetti alla bolognese, anatra arrosto, maiale grigliato. E’ perfetto anche con il formaggio (emmental, camembert, pamigiano, pecorino).

 

CANTINA

Châteaux LE GEAI

Château Touzet é un Dominio Famigliare dal 19° secolo. Situato nel Sud Ovest della Francia, sopra Saint-Emilion e Pomerol, le vigne si estendono su costoni assolati, lungo il fiume Isle, in mezzo ad una vegetazione ricca e varia, costituita da siepi, prati, boschi e molti alberi da frutto.  

E’ nel 2000 che Henri DUPORGE rileva l’azienda agricola di famiglia e crea lo Château Le Geai, utilizzando metodi di agricoltura biologica. Appassionato di vini, cura lui stesso il lavoro della vigna, la vinificazione e l’elaborazione del vino. 

Non vengono utilizzati prodotti chimici o insetticidi, i terreni sono coltivati nel più gran rispetto dell’agricoltura biologica. E’ realizzato un lavoro superficiale del suolo, secondo le regole dell’agricoltura Biodinamica. La vinificazione è sempre “naturale” (con lieviti indigeni). Il “senza sulfiti” è la regola che domina tutte le trasformazioni dell’uva in vino, in seguito su alcuni vini saranno aggiunti solfiti su altri no. I solfiti utilizzati sono comunque naturali (zolfo vulcanico).

I diversi vitigni vengono vinificati separatamente. I metodi di vinificazione variano a seconda dell’annata e dei vitigni (follatura, rimontaggi e svuotamenti e soprattutto glougloutage).

Il “glougloutage” (gorgoglio) è la tecnica meno interventista, più naturale e dolce messa a punto da Henri Duporge. Essa consiste nell’immergere la vinaccia e mantenerla per tutta la sua fermentazione in un ambiente chiuso senza alcun intervento, un tappo permette al gas di evacuare e al vino di “glouglouter” (gorgogliare) nel mezzo della materia. La fermentazione è naturale, nessun lievito aggiunto, nessun controllo della temperatura, nessuna follatura o rimontaggio. Questo metodo permette una vinificazione lunga e dolce che si avvicina molto al fenomeno naturale della creazione del vino. 

L’azienda sviluppa la diversità dei vitigni: Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Cot Malbec e Carménère noire, con assemblaggi eleganti, raffinati, unici, rispettosi della natura e della tradizione. 

I vini di queste vigne coltivate in Biodinamica sono assolutamente naturali, non vengono utilizzate proteine di origine animale per schiarirli e sono quindi compatibili con una dieta vegana. Inoltre, il basso contenuto di solfiti li rende molto digeribili.

L’azienda è certificata Biologica e Biodinamica da organismi indipendenti (Ecocert e Demeter).

La vinificazione avviene per immersione delle vinacce (in botti inox), poi “glougloutage” in anfora di terracotta (senza follature né rimontaggi), con qualche cuvée passata a mano su setaccio di rovere (metodo ancestrale risalente al 1900, applicato in azienda dalla prima cuvée del 2003), invecchiamento da 8 a 30 mesi in botti di rovere o anfore (50/50 su tutto).

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le Grand G 2018”

PROVA ALPASSOFOOD
-10%

Inserisci il codice:

“PASSO10”

-10%  sul tuo primo ordine!

icona

Sono state aggiornate le informazioni relative all’utilizzo dei tuoi dati personali nella nostra Politica sulla Privacy.

Utilizziamo i nostri cookie e quelli di terzi per migliorare la tua esperienza e i nostri servizi, dato che ci consentono di analizzare la navigazione sul nostro sito web. Se si prosegue nella navigazione, se ne riterrà accettato l’uso.

CLICCA QUI PER CONOSCERE LA NOSTRA

COOKIE POLICY